Trasformazione vasca in doccia a Varese: da vasca in doccia in 8 ore a Varese e provincia

Progettodoccia è una società specializzata nella trasformazione vasca in doccia a Varese e provincia, proponiamo l’installazione di diverse tipologie di  box doccia e cabine doccia, ognuno con caratteristiche differenti in base al progetto e alle necessità del cliente.

Possiamo realizzare differenti tipologie di cabine doccia a secondo dello spazio disponibile, è possibile installare box doccia ad angolo oppure in nicchia.

Le nostre cabine doccia sono completamente personalizzabili dalla scelta dei profili del box doccia alla tipologia di cristalli temperati dello spessore di 6 mm (trasparente, satinato, stampato).

Le soluzioni standard  prevedono l’installazione di piatti doccia in acrilico di altezza compresa tra 3 e 12cm. Su richiesta è possibile l’installazione a filo pavimento con totale rimozione di barriere architettoniche.

Trasformare la vecchia vasca da bagno in una cabina doccia comoda e moderna è  un operazione facile e veloce.

Installiamo la nuova doccia entro 10 giorni dal sopralluogo in sole 8 ore

Oggi per chi decide di realizzare la trasformazione vasca in doccia è possibile avere prodotti e soluzioni personalizzate, in base le proprie necessità. Progettodoccia per le proprie installazioni utilizza materiali garantiti e MADE IN ITALY.

Tre vantaggi della trasformazione vasca in doccia

  • maggiore spazio: la trasformazione vasca in doccia permette di avere più spazio all’interno del proprio bagno, utilizzabile per un mobile o per una lavatrice.
  • praticità: la sostituzione vasca con doccia permette di avere una nuova doccia accessibile e funzionale, permettendo di accede in maniera sicura, acquisendo un maggiore comfort evitando brutte cadute, soprattutto per chi a causa dell’avanzare dell’età è affetto da problemi deambulatori.
  • risparmio economico: la trasformazione della vasca in doccia è soluzione economicamente accessibile, i costi variano a secondo delle personalizzazioni richieste. L’installazione avviene in tempi brevi, in 8 ore di lavoro potrai avere la tua nuova cabina doccia.

Come viene realizzata la trasformazione vasca in doccia?

Sostituire la propria vasca con doccia è un lavoro molto semplice senza opere murarie da realizzare, il processo solitamente avviene in 8 ore in queste fasi:

  • Demolizione muretti di contenimento vasca da bagno;
  • Rimozione macerie e predisposizione piano di appoggio piatto;
  • Rifacimento scarico a pavimento;
  • Controllo della tenuta e della velocità di smaltimento acqua dello scarico della doccia;
  • Posa schiume poliuretaniche bicomponenti;
  • Rifilatura delle piastrelle esistenti per una successiva corretta applicazione di piastrelle o pannelli;
  • Posizionamento del piatto doccia in acrilico con misure minime pari a quelle delle vecchia vasca;
  • Posizionamento  di  piastrelle sulle pareti rimaste scoperte a causa della rimozione della vasca,  in alternativa è possibile  la posa di rivestimenti di altezza pari a quella del nuovo box doccia;
  • Sigillatura del piatto e delle lastre mediante posa di silicone strutturale;
  • Installazione box doccia e relativi accessori quali miscelatori, aste doccia, ausili di sicurezza scelti durante il sopralluogo;
  • Sigillatura esterna ed interna del box doccia, mediante posa di silicone specifico idrorepellente;
  • Smaltimento dei materiali di risulta nelle discariche autorizzate;

Come puoi vedere l’operazione di trasformare vasca in box doccia è molto semplice!

Realizzazioni con box doccia

Realizzazioni con cabina doccia

Realizzazione trasformazione vasca in doccia con detrazione fiscale

Oggi sostituire vasca con doccia è un’operazione molto conveniente, grazie alle agevolazioni fiscali e contributi è possibile abbattere il costo d’acquisto.

L’agenzia delle entrate con la circolare 3/E del 2 marzo 2016 ha chiarito che la sola sostituzione vasca da bagno con doccia non può essere considerata come un intervento agevolabile.

La trasformazione vasca in doccia, equivalendo a una semplice sostituzione dei sanitari, è un’operazione di manutenzione ordinaria della propria abitazione e, pertanto, non andrebbe a ricadere fra quegli interventi ammessi al beneficio della detrazione del 50% ai fini Irpef.

Inoltre, a rigor di legge, questo intervento non si può nemmeno totalmente configurare come un’opera volta all’abbattimento delle barriere architettoniche, almeno stando a quanto disposto dalla Legge n.13/1989 e dal D.M. 236/1989.

Tuttavia, sempre con la Circolare 3/E del marzo 2016, è la stessa Agenzia delle Entrate a suggerire come poter rendere agevolabile la sostituzione vasca da bagno con doccia.

Nel caso si pianificasse un intervento di profonda ristrutturazione del bagno che preveda anche cambiamenti strutturali o modifiche all’impianto idrico, la sostituzione  vasca da bagno  con una doccia verrà effettuata nel quadro di un intervento di manutenzione straordinaria e, pertanto, sarà pienamente e legittimamente agevolabile dal momento che, in edilizia, le opere di categoria superiore inglobano quelle di categoria inferiore.

Quindi, alla domanda se sia possibile beneficiare del 50% di detrazione Irpef, qualora si voglia trasformare la propria vasca in una più comoda e pratica doccia la risposta è sì, a patto che tale opera rientri nel quadro di una più ampia ristrutturazione del proprio bagno.