detrazione fiscale 2016

Sostituzione vasca doccia detrazione fiscale

Sostituzione vasca doccia detrazione: è possibile avere agevolazioni fiscali?

L’Agenzia delle Entrate di recente con una circolare ha chiarito che l’opera di trasformazione la vasca in doccia non è tra gli interventi che fruiscono della detrazione 50%.

Spesso in televisione su canali nazionali e locali vengono trasmessi  spot pubblicitari, all’interno dei quali vengono pubblicizzati servizi di come trasformare vasca in doccia, in maniera semplice e veloci, e di come sia possibile accedere ad agevolazioni fiscali e contributi sull’acquisto. 

sostituzione vasca doccia detrazione 2016Il principale vantaggio offerto  ai consumatori è quello di poter usufruire della detrazione IRPEF 50% come opera di ristrutturazione edilizia, ed essendo inoltre un’opera di  eliminazione delle barriere architettoniche può beneficiare anche dei contributi della legge 13/89.

E’ realmente possibile accedere ad eventuale detrazione fiscale?

L’intervento della sostituzione vasca da bagno con doccia rientra nella categoria della manutenzione ordinaria non compresa, per gli alloggi privati, tra gli interventi per i quali si può godere della detrazione 50%, ma la stessa guida dell’Agenzia Ristrutturazioni edilizie prevede che tra gli interventi agevolabili è citata la sostituzione di impianti e apparecchiature, facendo intendere che contemporaneamente alla sostituzione dei sanitari debba esserci anche quella degli impianti o di parti di impianti.

La circolare 3/E del 2 marzo 2016 dell’Agenzia delle Entrate da ulteriori chiarimenti a riguardo, su di un argomento combattuto dove ci sono state diverse interpretazioni contrastanti.

Il Ministero delle Infrastrutture ha fornito indicazioni attraverso le quali, l’Agenzia delle Entrate è giunta alla conclusione che la sostituzione vasca da bagno non è agevolabile per i seguenti motivi:

• non si configura come intervento di manutenzione straordinaria
• non si configura come intervento di eliminazione delle barriere architettoniche, perché non presenta le caratteristiche tecniche di cui al dm 236/89 (Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell’eliminazione delle barriere architettoniche).

La sostituzione vasca da bagno può diventare un intervento detraibile?

La sostituzione dei sanitari può usufruire della detrazione 50% in alcuni casi. ad esempio quando la sostituzione è integrata o correlata a interventi maggiori, per i quali compete la detrazione d’imposta, in virtù del carattere assorbente della categoria di intervento superiore rispetto a quella inferiore.

Ad esempio se installiamo un nuovo piatto al posto della vecchia vasca non sarà possibile portare in detrazione le spese, può avvenire il contrario se contemporaneamente verranno realizzati dei lavori che comportano la diversa distribuzione interna dell’appartamento (spostamento di tramezzi, realizzazione di un nuovo bagno, modifiche degli impianti, ecc.), e nell’ambito di questi lavori verranno sostituiti anche i sanitari di un bagno esistente.

Per avere maggiori informazioni leggi questa guida su come realizzare la trasformazione vasca in doccia.

Se ti è piaciuto quest’articolo condividilo.  Grazie!

Sei interessato a ricevere informazioni sulla trasformazione vasca in doccia per rendere il tuo bagno accessibile e sicuro?

Richiedi preventivo trasformazione vasca in doccia

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *